Il naso della tua Bambola: l’aria profuma di Tutorial

Ma come si fa quel naso delizioso delle tue bambole? Si fa con un pezzo di filo e un ago, niente di più.

Le mie bambole, all’inizio, non avevano il naso. Avevo letto dei metodi molto complessi, che prevedevano l’infeltrimento della lana e mi sono un po’ spaventata.

Quando le mie bambole non avevano ancora il naso

Poi ho letto la storia della Bambola di Vassilissa. Se non la conosci leggila qui.
Ne vale la pena!

La storia di Vassilissa ci racconta che la bambola rappresenta l’istinto, la nostra parte più radicata ai nostri veri valori e desideri, la parte di noi che sa sempre quello che vuole… insomma, ognuna di noi la conosce quella vocina interna che, ci piaccia o no, ha sempre ragione.

E quanto quell’istinto ha a che fare col senso dell’olfatto? Col fiuto?

E’ comparso il naso…

Ti è mai capitato di dire una frase come queste?

<<Questa storia mi puzza>>

<<Non mi piace… qui c’è odore di bruciato>>

<<A naso… io farei così>>

<<Ho subito fiutato il pericolo>>

<<C’è profumo di felicità>>

Il nostro olfatto, il nostro naso (che sia quello del nostro corpo, sia quello nascosto nel nostro istinto), conosce la strada.

I neonati riconoscono l’odore della mamma dopo poche ore dalla nascita. Non è meraviglioso?

Riappropriamoci del nostro olfatto, decidiamo di fidarci del nostro istinto che fiuta le situazioni e le persone prima di noi.

Mentre fai il naso della tua bambola, prova a pensare a quelle volte nella tua vita in cui il tuo fiuto aveva ragione.

Ed ecco a te il video finalmente.

Come fare il naso alla tua bambola di pezza

Mi piacerebbe che tu potessi sentire quanto profuma di buono la lana che vedi. Se vuoi sapere che lana sia, leggi qui.

Ti piace questo metodo? Lo conoscevi già? Scrivimelo nel commenti. Ti leggo!

Lascia un commento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest