Sono passati più di due anni prima che riuscissi a cucire la mia prima bambola. Quasi s e t t e c e n t o giorni, in cui tra le fessure delle mille incombenze quotidiane, ogni tanto trapelava qualche immagine di bambole bellissime trovate su Internet. E poi seguivano a ruota tanti pensieri che dicevano più o meno così.

<<Ma no, non saprò mai farne una.>>

<<E’ così difficile!! Le mie bambole non saranno mai belle come quelle delle altre>>.

<<Non c’è nessuno che mi insegni. E poi non conosco abbastanza cucito per farcela da sola>>.

Dal momento in cui ho desiderato una bambola di pezza e il momento in cui ho avuto in mano i materiali sono trascorsi più di due anni. In mezzo c’è stata la nascita della mia seconda figlia, un trasloco in una città sconosciuta, un nuovo lavoro da cercare e un senso immenso di solitudine e smarrimento.

Poi però, tra la folla dei pensieri limitanti ne è arrivato uno un po’ più lieve e colorato.

Se riesco a fare questo, vuol dire che posso fare anche tante altre cose. Se lo fanno le altre, posso farlo anche io.

Mi sono semplicemente data il permesso di farcela. Ho pensato che se avessi provato, forse, ci sarei riuscita. Ho cominciato a creare il tempo. Quando mi assalivano i pensieri tristi e confusi, prendevo in mano le mie stoffine e la lana. Ho visto il mio umore migliorare, le pensieri nella mia testa diventare più ordinati e armoniosi. Ho visto che sì, ce la facevo e mi sentivo felice.

E’ nata Giulia, insieme ai primi Pupini.

 

Ci sono così tanti difetti a guardare bene, ma chi se ne importa? Le mie bimbe sono impazzite quando hanno trovato queste creaturine ad aspettarle! Le imperfezioni sono diventate caratteristiche e le mie figlie preferiscono queste buffe prime bambole a quelle più sofisticate e curate che riesco a fare adesso.

Pensi anche tu di voler provare a far nascere la tua bambola? Prova a fare come me!

Datti il permesso di farcela!

Tu hai anche la tua Bambolaia pronta ad aiutarti e a metterti a disposizione tutto quello che ha imparato in questi anni di Pupini e Bambole.

I miei maestri sono stati i miei tanti errori, ma tu puoi percorrere una strada più confortevole e sicura, con una guida esperta al tuo fianco

Prova a farti ispirare, da quello che ho creato per te!

Come sarebbe la tua prima bambola? Sarebbe un Pupino? avrebbe anche le gambe? a chi assomiglierebbe? che energia porterebbe?

Prova a immaginarla e scrivimelo nei commenti. Posso aiutati a farla nascere e diventare reale!

Aspetto di leggere le vostre bambole immaginate e nel frattempo vi aspetto dove sapete di potermi trovare.

 


Lascia un Commento

Your email address will not be published.