Negata con Ago e Filo? Perfetta per fare bambole!

Per fare bambole di stoffa con le tue mani non ti serve saper cucire! Quanto vorrei che qualcuno lo avesse detto anche a me, quando morivo dalla voglia di provare ma rinunciavo perché pensavo di non essere abbastanza brava nel cucito!

Capita anche a te di pensare che tu non sarai mai così brava da fare un viso così proporzionato e capelli così speciali o quelle guance che non smetteresti mai di guardare?

Conosco la sensazione. Ho fatto pensieri simili per così tanto tempo!

Poi ho scoperto che è solo una difesa. E’ la nostra mente che vuole proteggerci da un eventuale fallimento e allora ci convince a rinunciare, a voltare le spalle ai nostri desideri e a chiudere i nostri sogni in un cassetto.

Accade troppe volte nelle vita delle donne, secondo me.

Il desiderio di fare bambole con le mie mani

Ti faccio una confidenza. Il mio cassetto dei sogni era traboccante. Non facevo altro che aprirlo per infilarci altri desideri, altre prospettive e poi chiuderlo con un sospiro.

Mi era stato insegnato a rinunciare, ad accontentarmi, a fare un passo indietro perché gli altri erano più importanti di me. Tutto questo mi ha fatta stare male, fino ad ammalarmi.

Ma a un certo punto ho detto basta! Mi sono data il permesso di aprirlo, quel cassetto, e ho deciso di cominciare dalla cosa più facile: fare una bambola per le mie figlie.

Mi sono detta: Sarà brutta? Non importa! Rimarrà a metà? Non importa! La faccio e basta. Che potrà mai accadere?

E’ accaduto qualcosa di straordinario. E accaduto che quel cassetto non si più richiuso e poco a poco, ho imparato a fidarmi dei sogni del mio cuore e a perseguirli, invece di seppellirli nella polvere.

Conosci la storia del battito d’ali della farfalla che si trasforma in un uragano? Ogni cosa è collegata con le altre.

Fare bambole: l’unico rischio è quello di scoprire un mondo meraviglioso

Fare un bambola, poi, cos’è? E’ un rischio piccolo, piccolissimo! Che cosa mai ci puoi perdere? Eppure per me (e per tantissime mie allieve) è stato l’inizio di un percorso di trasformazione che mi ha aiutata a trovare il centro di me stessa, quel giardino segreto che rimane immutato, nonostante gli eventi della vita.

Accettando il rischio dell’insuccesso, ho capito che tutti quei pensieri che dicevano: Tu non ce la farai mai, erano solo aria! Erano niente! Anzi, non saper cucire dà un sacco di vantaggi nell’Arte Bambolaia!

I Vantaggi di NON saper Cucire

Mettersi a fare una bambola senza saper cucire, ha un sacco di vantaggi (i pochi, semplici punti necessari sono tutti spiegati nelle Guide passo a passo):

  • lascia spazio al tuo istinto
  • ti fa percorrere strade semplici, senza creare strane complicazioni
  • ti fa risolvere gli inghippi col buon senso,
  • ti fa sentire magica, perché come me, senza saper cucire, sai fare bellissime bambole
  • ti permette di lavorare spegnendo i pensieri (ah! che meraviglia! l’hai mai provato?)
  • pioggia di autostima! stai facendo qualcosa che gli altri reputano impossibile! Chi mai potrà fermarti?

Ricordi? E’ tutto collegato.

Non sai da dove cominciare?

Comincia da qui e accetta la mia sfida! Scopri la bambola più giusta per te in questo momento della tua tua vita. Ho preparato per te un brevissimo Quiz, che ti permetterà di scoprire il punto di partenza più adatto per te. Quale sarà? Una MiniMé? Un Pupino?

Ti sfido a credere che ce la farai e basta. E che ti sentirai accolta in un abbraccio che dura una vita.

Accetti la sfida?

PS: Mi piace rendere facile la vita delle persone, che ci posso fare? Per questo insieme al Quiz riceverai in email uno sconto del 10%. Non ci sono più scuse per realizzare la bambola che ti piace tanto. Ti aspetto!

Lascia un commento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest