5 Super Motivi per fare una bambola Waldorf in Estate

Fare una bambola Waldorf in estate è una bellissima idea! Io ho cominciato proprio nel mese di Agosto. Ti elenco adesso almeno Cinque Super Motivi che mi vengono in mente per raccontarti di quanto possa essere bello cominciare propria adesso a percorrere la Via delle Bambole!

Voglio partire dalla mia esperienza personale…

Penzance, Cornovaglia. Davanti all’Oceano, vorresti che le giornate non finissero mai. L’aria è gradevole, nonostante sia piena estate. Nuvole soffici e alte galoppano instancabili sospinte dal vento.

Ho camminato più di dieci chilometri e adesso mi fermo a respirare un po’, davanti al mare. Porto con me sempre un pareo, che può tornare utile.Llo stendo sulla spiaggia e mi siedo. Ho aspettato tanto questo momento!

Mi godo ogni gesto come se fosse un rito. Apro lo zaino. Tiro fuori due scatole di latta una piccina e una leggermente più grande. 

Puoi fare la tua bambola Waldorf in bellissimi luoghi #1

Tutto quello che mi serve per fare una bambola sta in due piccole scatole. Una manciata di lana, la stoffa e i materiali tecnici necessari… Davanti all’Oceano che culla i pensieri e il vento che ne fa un mulinello e li porta via, fare bambole, se possibile, è ancora più bello.

Adoro la libertà di fermarmi in un angolo di mondo colmo di bellezza e avere la possibilità di fermare dentro di me un ricordo tanto meraviglioso.

Forse, anche per questo motivo faccio bambole di piccole dimensioni, bambole da borsetta, come dice la mia amica Barbara.

Le giornate sono più lunghe (quindi hai più tempo) #2

L’Estate è un momento ideale per ritagliare del tempo per noi stesse e apprendere nuove abitudini che fanno bene al nostro corpo, alla nostra mente e al nostro spirito. 

Le giornate sono più lunghe, c’è luce fuori fino a tardi e il giorno sembra non voler mai andare a letto. Questo vuol dire avere qualche possibilità di inserire qualcosa di nuovo nelle nostre giornate, non pensi?

Puoi approfittare delle vacanze (se le fai) per fare una bambola Waldorf#3

L’estate è un tempo in cui si dedica qualche giorno alle vacanze. Non so se tu andrai da qualche parte o rimarrai a casa (come me). Complice il bel tempo e le giornate che non vogliono mai finire possiamo inventarci delle vacanze anche nei giorni normali, se non possiamo fare dei grandi viaggi.

In ogni caso, è proprio questo il momento per approfittare del tempo fuori dalle solite routine. Concediti l’opportunità di stimolare la tua curiosità, il tuo intelletto, la tua creatività, semplicemente divertendosi, senza cadere nel perfezionismo.

Nutrire la creatività aumenta il tuo benessere #4

Approfitta di qualche giorno più calmo per introdurre nel tuo tempo abitudini buone per te. Bere più acqua ad esempio, muoverti un po’, trovare il modo di dedicare il tempo a ciò che più ti piace.

Prenditi del tempo per sognare ad occhi aperti, fantastica e fai volare la tua fantasia. La creatività, nutrita e in salute, migliora moltissimi aspetti della tua vita.

Per tutto quello che abbiamo detto finora, sarai d’accordo con me quando ti dico che l’estate è il momento perfetto per imparare a fare una Bambola Waldorf. Pensa, io ho cominciato proprio in Agosto!

La lana non fa caldo! #5

No, la lana non fa caldo, anzi! La lana è un materiale meraviglioso: traspirante, mantiene costante la temperatura, è sempre piacevole in estate come in inverno. E poi, per fare una bambola Waldorf non devi indossarla: te ne serve una manciata per imbottire!

Ci sarebbero davvero tanti motivi per imparare a fare una bambola Waldorf in estate

Ma mi fermo qui.

Ricorda che le bambole che ti propongo, se sei una proncipiante, sono piccole e richiedono poco tempo per la loro realizzazione. Anche se sei lenta, anche se sei all’inizio.


Una bambola ti parla della cura per te stessa, ti insegna ad amarti in modo incondizionato. Quale periodo è migliore per imparare a ridurre lo stress e la pesantezza quando poi si tornerà alla “solita vita”?

PS: Non sai da dove cominciare per fare la tua prima Bambola Waldorf?

Lascia un commento